Privacy Policy Hachiko il tuo migliore amico | KingFox
nessuna categoria

Hachiko il tuo migliore amico

Hachiko il tuo migliore amico

Su questo muretto, ti aspetterò fino alla fine

Hachiko: A Dog’s Story

 

Buondì.

Il mio sogno domenicale sarebbe attualmente quello di passeggiare al parco o qualsiasi luogo suggestivo, purché ci sia con me un cagnolino

Sì, ma come la mettiamo con Gengis? Dirai giustamente tu. E hai ragione, è proprio questo che mi frena.

“No Gengis tranquillo non dicevo a te, continua pure a giocare con quel simpatico e per niente fastidioso tappo di sughero!”.

Tra il trasloco, il lavoro (sono fuori casa praticamente tutto il giorno) e Gngs (parlo piano, se no mi sente he he), come fare? Ecco, per il momento, ci rinuncio. E mi accontento di spiare i padroni di cani nei giardinetti sotto casa che socializzano respirando aria buona.

Perché il cane (shhhhh: a differenza del gatto) è buono, dolce, fedele, presente, premuroso, sincero, generoso e ti ama così come sei. Ecco. Niente di più, niente di meno. Chi non vorrebbe sentirsi amato in modo totale e senza condizioni?

Chi non vorrebbe conoscere un cagnolino come Hachi?

(Hachi in giapponese significa otto, proprio come il numero).

Dicevo: Hachi è un cucciolo di Akita che Parker Wilson trova per caso una sera di ritorno dal lavoro – è professore universitario di musica e, per inciso, è anche Richard Gere.

Subito, Parker si affeziona tantissimo, ma la moglie, Cate è scettica, anche perché Hachi (il nome è scritto su una targhetta trovata al collare) le ricorda il suo vecchio cane. Ma alla fine anche lei si rende conto del grandissimo amore che lega cane e padrone.

Piccola parentesi: la storia la racconta il nipotino di Parker a scuola durante un compito in classe in cui si deve spiegare chi è il proprio “eroe”. E lui dice: “il mio eroe è Hachiko (…). Lo chiamavano Hachi, il cane del mistero, perché nessuno sapeva da dove venisse”. All’inizio i compagni ridacchiano ma alla fine della storia saranno tutti commossi, come me e te e chiunque vedrà questa avventura straordinaria.

Hachi allora tutti i giorni si presenterà alla stazione ad aspettare il rientro di Parker dal lavoro. È un’emozione grande vederli in quell’incontro quotidiano. Ma, durante una lezione qualunque, Parker muore di infarto. Hachi deciderà comunque di aspettarlo ogni giorno al solito posto

Tutto questo per dirti che ieri sera me ne stavo sola soletta qui a casa a sistemare un po’ di faccende. Tutte le mie amiche impegnate in cenette romantiche varie oppure discoteca, ma io non ne avevo voglia. IL mio amico aveva una partita di calcetto e poi usciva con gli altri (sì, gioca qualche volta nei week end…). E io quindi mi sono ritrovata lì di fronte ai miei infiniti DVD.

Ho scelto Hachiko il tuo miglior amico perché è da un bel po’ in realtà che penso a questa cosa del cagnolino.

“No Gengis, non ho detto niente, continua a mordicchiare amabilmente le foglie della mia piantina sul davanzale!”.

E poi questo Hachi è incredibile. Il suo muso sicuro e tenero insieme… Lacrime.

Bè, è stata comunque una bella serata tutta per me.

“Per noi, Gengis, per noi!”.

Ne avevo bisogno. C’è sempre bisogno di un po’ di tenerezza nella vita.

Fattore Tempo Box?
4 Si piange il giusto. Quel tanto che basta a stropicciarsi gli occhi fino a renderli gonfi come due mongolfiere in partenza per lo spazio-tempo…

La scena più commovente? Quando Hachi per la prima volta aspetta, solo, sul suo muretto ma Parker non torna più.

La scena che ti cattura? He he he quando il gatto di casa tira un’unghiata felina al povero Hachi!! No, scherzo. Di sicuro quella dell’incontro, quando Parker trova il cucciolo alla stazione.

Questo film è da voto: Fondotinta evaporato

Questo film è da voto: Fondotinta evaporato

Sull'Autore

momo.cri

Giovane, semplice e spensierata. Amo i film e amo le nuvole. La mia droga, sana e naturale, sono le grandi storie di amore...

Lascia un commento