Privacy Policy Molto forte incredibilmente vicino | KingFox
nessuna categoria

Molto forte incredibilmente vicino

Molto forte incredibilmente vicino

Non smettere di cercare

Extremely Loud and Incredibly Close

Film Drammatico

molto forte incredibilmente vicino

Sarò sincera: non ricordo di aver pianto così tanto in una sala cinematografica fino a ora. Forse solo con La vita è bella o con A.I. Intelligenza Artificiale.

Ho iniziato a piangere dal primissimo fotogramma e non ho, a occhio e croce, smesso più fino alla fine. Le mie colleghe erano piuttosto sorprese. Oddio: sapevano un po’ della mia passione per i film strappalacrime. Ma non immaginavano fino a che punto…

Oskar è un bambino meraviglioso. Intelligente, fragile, spaventato ma forte al tempo stesso. La sua intelligenza così spiccata però inizialmente non lo aiuta nell’elaborare il lutto per la perdita del papà l’11 settembre 2001 a New York (dove naturalmente il film è ambientato). Quindi la sua diventa una vera e propria ossessione: anche perché il papà gli aveva insegnato a vivere la vita come un’avventura, come una continua ricerca, e gli lasciava continui indizi per trovare sempre qualcosa (ti lascio la sorpresa non entrando troppo nei particolari).

E così Oskar, a un anno dalla sua scomparsa, tra le cose del papà, trova una misteriosa chiave, contenuta dentro una bustina di carta con la scritta Black.

Il bimbo inizierà da quel momento la ricerca del proprietario della chiave: ma i Black a New York sono più di quattrocento. La sua avventura si prospetta molto molto lunga. Ed è proprio grazie a questo obiettivo che Oskar è costretto in un certo senso a “buttarsi” in mezzo al mondo. A conoscere tantissime persone nuove. Tutte hanno una storia da raccontare, tutte hanno perso qualcosa e tutte hanno qualcosa da dare. Oskar scatterà una foto a ciascuno, e avrà anche un bizzarro compagno di viaggio a un certo punto.

Questo è un film che ti consiglio con tutto il cuore. Un film sul crescere, sull’aprirsi al mondo, sullo sfidare i propri limiti, sul cercare continuamente un senso alle cose.

Oskar alla fine un senso lo troverà?

Fattore Tempo Box? 6. Oceani di lacrime assicurati. Oceani sul serio, preparati.

La scena più commovente? Lo scontro di Oskar con la mamma.

La scena che ti cattura? Quella dell’altalena.

Molto forte incredibilmente vicino

Titolo originale: Extremely Loud and Incredibly Close
USA: 2012
Regia: Stephen Daldry, Genere: Film Drammatico, Drammatico, Durata: 129 min.
Interpreti: Tom Hanks, Sandra Bullock, Thomas Horn, Max von Sydow, Viola Davis.
Quanto ti ha emozionato questo film?
Vota con i tempo box:
1 Box2 Box3 Box4 Box5 Box
(4 voti, media: 5,00 di 5)

Questo film è da voto: Occhi lucidi

  • G.

    Mi sa che c’è un errore.. hai votato questo film come OCCHI LUCIDI; è oggettivamente impossibile non sciogliersi di pianti!

  • Kris Kelvin

    “Se il sole esplodesse adesso noi ce ne renderemmo conto solo tra otto minuti, il tempo che impiega la luce ad arrivare fin qui. Era passato un anno dalla morte di mio padre e sentivo che i miei otto minuti stavano per scadere…”

    Certe volte basta l’incipit per farti innamorare di un film. Una storia che racconta di una perdita insanabile e dell’inutile tentativo di elaborarla. Anch’io ho versato lacrime. E’ una pellicola onesta, commovente e nient’affatto ipocrita. Sbagliato liquidarla come “l’ennesimo film sull’ 11/9″, in realtà qui la tragedia americana c’entra molto poco. E’ una vicenda strettamente privata, intima, personale, di un ragazzino che ha visto morire il padre e cerca disperatamente un appiglio per riaverlo a sè.

    Straordinario il giovanissimo protagonista, ma chi strappa davvero l’applauso è l’ 86enne Max Von Sydow, che recita col volto e con le mani. Immenso.
    Sauro

    http://www.solaris-film.blogspot.it

  • Cristinacri

    @G sì è vero :-D

  • Cristinacri

    @google-ceb10cb1d089ca59653eba7faf7809f9:disqus ”
    Max Von Sydow, che recita col volto e con le mani. Immenso”. Sono perfettamente d’accordo…

Sull'Autore

momo.cri

Giovane, semplice e spensierata. Amo i film e amo le nuvole. La mia droga, sana e naturale, sono le grandi storie di amore...

Lascia un commento