Privacy Policy Titanic | KingFox
nessuna categoria

Titanic

Titanic

♪♫ Near, far, wherever you are ♪♫

Giovedì. Giovedì. Giovedì. Sì, teoricamente oggi sarebbe una di quelle giornate che in fatto di noia mortale non ha niente da invidiare al lunedì. La settimana è entrata completamente nel vivo del delirio lavorativo estremo. Ma il week end nella mia testa è ancora un miraggio lontanissimo sfumato nell’iperuranio interstellare.

Eppure…

Sai che non vedevo l’ora di uscire dall’ufficio per correre a scrivere? Sì, ho gli occhi rossi per quelle trentottomila ore di lavoro attaccata al computer, sì, ho il torcicollo più quell’allegra stanchezza cronica che non ti abbandona proprio mai. Però, ho pensato: LA SFIDA.

Sì, quella di vedere un film al giorno. E di provare almeno un’emozione a film. Ecco, la verità è che fino a ora ci sto riuscendo, incredibile ma vero! Applausi.

In più, conseguenza che non avevo previsto, mi sto affezionando davvero a questo blog e a te che probabilmente leggi le mie (dis)avventure. E mentre sono qui, che aspetto che la torta salata alle verdure finisca la sua cottura in forno, sorseggio mezzo calice di rosso sgranocchiando olive denocciolate, e penso che sono… no, dai, non voglio dire “felice”, che la felicità è un soffio.

“Vero Gengis?” Qualche volta vorrei essere come lui, senza pensieri. Ma poi in realtà è bello essere me he he.

Ti dicevo: sono contenta, dai. Emozionata, un po’ anche. E forse so anche il perché.

Ho ricevuto un sms dal mio amico. Niente di speciale ma… Scatola dopo scatola, mentre infilavo tutti i miei libri e li spolveravo uno a uno, ripetevo nella mia mente quelle semplici parole. Si può essere felici per un sms? E dire che non ho quindici anni appena compiuti…

E poi, di colpo, il destino che di nuovo bussava alla mia porta. Come ti dicevo qualche giorno fa: tra i libri io ci tengo anche i DVD: mi sembra una cosa carina! E cosa mi spunta tra le mani??

Titanic.

Sì, hai letto bene: TITANIC.

L’associazione è stata un lampo. Guardo la Tempo Box, guardo la custodia del film. Poi ancora la Tempo Box, poi il film. Tempo Box-film. Chiaro. Il gioco era fatto. E la serata decisa.

Ma sì, perché sono proprio in quel mood lì. Il Grande Amore con le maiuscole, l’amore che supera tutto, che ti travolge quando meno te l’aspetti, che ti cambia la vita, ti fa sognare e sentire di nuovo i profumi e il mondo si colora sotto i tuoi occhi. Ecco, sì, qualcosa del genere.

E poi è il centenario del naufragio e prima di rivederlo in 3D, per evitare un’esplosione emotiva incredibile, ho pensato che fosse giusto pregustarmelo seduta comodamente sul mio divano.

Però sono stata brava: non ho richiamato subito il mio amico. Bisogna saper aspettare, no?

Allora: ho telefonato a mia cugina. Era da un po’ che non la vedevo: ho pensato, chissà se anche lei (single impenitente) ha voglia di svagarsi un po’ con un classicone della fine Anni Novanta. Poteva anche essere una bella occasione per rimembrare i vecchi tempi (perché quel film, all’epoca, lo avevamo visto insieme al cinema: due pacchetti di fazzoletti a testa e via!).

Silvia ha accettato: ed eccoci lì, tutte e due in pigiama di fronte al televisore e Gengis in mezzo, beato tra le donne. Le ho chiesto di restare a dormire da me: pigiama party e pettegolezzi tra cugine, cosa c’è di più rilassante nella vita?

Titanic. Dunque: da dove comincio?

Bè, questo è stato un film dagli incassi strabilianti e vincitore di ben 11 premi Oscar. E la cosa non mi stupisce: onestamente, è un capolavoro. Senza un attimo di respiro, ti catapulta nella magia assoluta del grande cinema e insieme nei dettagli piccoli e delicati di un amore che nasce…

Un amore impossibile: Rose ha diciassette anni, sale sul Titanic con il promesso sposo Cal. Il matrimonio è di quelli “di interesse”, per risollevare le finanze della famiglia che, seppur aristocratica, rischia il tracollo. La ragazza soffre molto per questa imposizione scomoda e decide di suicidarsi buttandosi giù dalla nave.

Piccola parentesi: è proprio nei momenti peggiori che succedono le cose più sorprendenti, pensavo durante il film. Già in lacrime, per empatia con Rose. A volte ci sembra tutto perduto: “vero Gengis?”. Invece l’amore chissà magari è lì dietro l’angolo che ti aspetta.

Vabè. A salvarla comunque sarà Jack, il bellissimo Leonardo Di Caprio, che però sta nella sezione della nave destinata ai più poveri. Lui è un artista in cerca di fortuna, lei un’aristocratica vincolata a un matrimonio (e una vita) infelice. Da questa combinazione di destini, sboccia, fulmineo, l’amore. Cal scopre tutto e s’infuria: cerca di far passare Jack per ladro, facendo scivolare nella sua tasca il “cuore dell’oceano”. La preziosa collana, che fornisce anche il pretesto per il racconto della storia. Storia che inizia infatti molti anni dopo durante una spedizione nei fondali marini per il ritrovamento del gioiello scomparso.

Ma nel frattempo: siamo sul Titanic, la nave che nella notte tra il 14 e il 15 aprile 1912 è affondata dopo lo schianto contro un iceberg.

Dalla collusione in poi, trascorre il tempo della tragedia e della massima espressione del sentimento tra Rose e Jack.

Ma se per caso sei tra le pochisssssssime persone che non hanno visto il film neanche una volta: mi fermo qui nel racconto.

(Che tra l’altro è squillato il timer del forno e devo andare a togliere la torta!!). Però ti avverto: guardalo armata anche tu di mooooolti fazzolettini!

Fattore Tempo Box ?
3 e mezzo. Mi sono ripromessa di essere più severa con i voti… Questo è un 3 ma solo perché io l’avevo già visto (in realtà anche questa volta ho consumato una decina/quindicina di fazzoletti… non ti dico mia cugina!).

La scena più commovente? Ovvio: quella che è diventata un simbolo del romanticismo mondiale: Rose e Jack sulla prua del Titanic!!

La scena che ti cattura? A colpo sicuro ti dico quella del ritratto: l’occhio di Jack-Leonardo Di Caprio che osserva Rose e la disegna è semplicemente… affascinante? No, di più. Molto di più.

Questo film è da voto: Eye liner sciolto

  • http://twitter.com/beerockstarz Stefania Olivares

    Noooooo mi hai lasciata sul più bello!!! Devi continuare a raccontare, non puoi fermarti qui….mi piace come racconti, hai l’occhio e il cuore giusti. Non puoi lasciare a metà il racconto di questo film, l’ho anche appena rivisto al cinema in 3D (stranamente senza fazzoletti). Voglio la seconda parteeeeeeeeeeee voglio la seconda parteeeeeeeeeeeeeeeeee voglio la seconda parteeeeeeeeeeeeee :D

  • cristinacri

    @Stefania: grazieeee per le cose belle che hai scritto: spero di trasmettere davvero qualche emozione, la stessa che provo io nel vedere il film… ahahahahah per Titanic però devo deluderti: nella mia sfida difficilmente ti racconterò un finale… per non toglierti la sorpresa e la voglia di vedere o rivedere il film :D torna a trovarmi!!! e grazie” cri.

Sull'Autore

momo.cri

Giovane, semplice e spensierata. Amo i film e amo le nuvole. La mia droga, sana e naturale, sono le grandi storie di amore...

Lascia un commento