Privacy Policy
Film Horror Screen

Milo Film Horror 

Eccoci anche questa settimana al nostro appuntamento da brividi. In questo giovedì horror, voglio proporvi:  Milo (1998) di Pascal Franchot, uno dei miei film preferiti di “notte horror”.

Notte Horror

Si notte horror, per chi non lo sapesse era l’appuntamento fisso di ogni estate. Una sera a settimana (il martedì), su Mediaset, venivano proposti i nostri amati film horror. Sul canale tv Italia1, i film erano per lo più strani e molto scrausi, con rarissime eccezioni di qualche classicone evergreen.

Se non l’avete ancora visto potrebbe interessarvi: Halloween – il Film con lo spietato Micheal Myers

Milo 1998 – Pascal Franchot

Milo è un film horror del 1998 ed è stato ideato da Pascal Franchot, il creatore di Anaconda.

In Italia Milo, uscì inizialmente nelle sale, ma non ebbe un grande successo. Ebbe giudizi negativi da parte della critica, sia per la regia, trama e perfino la fotografia. Insomma un disastro, ma gli occhi di una bambina sono diversi, e io sono affezionata al ricordo di quel bambino con l’impermeabile giallo, che faceva a pezzi le sue vittime ^^. All’epoca ero terrorizzata, ma guardandolo con gli occhi di oggi, forse gli dò un po’ ragione^^.

Trama del film Milo

Il film si svolge in una cittadina di provincia, dove alcune bambine giocano davanti il cortile di scuola ( Claire Mullins, Abigail Scott, Marian, Ruth Spear e May ). Qui incontrano Milo, uno strano bambino con l’impermeabile giallo e la bici con delle carte tra i raggi che producono un suono particolare. Quest’ultimo le porta a casa di suo padre, medico abortista il Dr. Matthew Jeeder . Qui decide di fare un gioco strano, e mentre finge di visitare la piccola May, la uccide. Le 4 bambine non assistono al feroce omicidio, perché avviene in un’altra stanza, ma quando vedono del sangue uscire da sotto la porta, provano ad aprirla, nel mentre appare Milo con un bisturi che tenta di accoltellare anche Claire (la nostra protagonista, interpretata da Jennifer Jostyn).

Il film da qui, riprende anni dopo, con Claire ormai grande che si risveglia da un brutto incubo, mentre si tocca la cicatrice sul petto che le aveva provocato Milo. La ragazza, ormai adulta fa la supplente in un liceo, quando viene avvisata per posta del matrimonio di Ruth, la sua vecchia compagna d’infanzia. Tornata nella sua città natale, cominciano ad accadere nuovamente strani eventi. Ruth muore, e la sagoma di Milo torna a inquietare i pensieri di Claire. Milo + Claire = love, una strana foto che un bambino mostra alla giovane protagonista. Abigail cerca di tranquillizzare Claire, ricordandogli che il corpo di Milo era stato ritrovato senza vita lungo un fiume. Ma sarà vero? Milo è veramente morto? …

Milo – Il killer bambino in impermeabile giallo e la sua amata bicicletta.

Con questo film di notte horror vi lascio a questo giovedì del terrore, “o quasi” ^^. Certo riguardare questo film, dopo tanto tempo, e con altri occhi fa uno strano effetto. Ma che ci posso fare? Sono una nostalgica.

Milo – Personaggi e cast

jennifer-jostyn-milo-horrorJennifer Jostyn: Claire Mullins, è la nostra protagonista.

Non so se lo sapete, ma la nostra Jennifer ha la passione per film particolari. La possiamo ammirare in film come: Deep Impact, Rancid, La casa dei 1000 corpi e American Horror History.

Antonio Fargas: Kelso

Paula Cale: Marian

Richard Portnow: Lieutenant Parker

vincent-schiavelli-milo-horrorVincent Schiavelli: Dr. Matthew Jeeder. Lo ricorderete sicuramente come il fantasma della metro di Ghost. In questo film è il padre di Milo, o forse meglio chiamarlo il creatore di Milo. Nel suo studio nella foresta ama tenere i feti dentro alcuni barattoli. Porpio la nostra Claire ne trova uno vuoto…

Maya McLaughlin: Abigail Scott

Asher Metchik: Milo Jeeder

Walter Olkewicz: Jack Wyatt

Buona visione con questo ricordo di notte horror^^

Un saluto dalla vostra Giulietros

 

Sull'Autore

giuli-et-ros

Amo il cinema, le serie tv e i film horror. I sogni sono l'essenza della vita

Sognare è un atto di pura immaginazione, che attesta in tutti gli uomini un potere creativo, che se fosse disponibile in veglia, farebbe di ogni uomo un Dante o Shakespeare.

giuli-et-ros

Lascia un commento